Il parco tandem della nostra Polisportiva si arricchisce di due nuovi mezzi, che ci sono stati donati dall’azienda Caffè Costadoro, a suggello di un’amicizia ventennale e di un significativo cammino fatto insieme. La consegna dei tandem è avvenuta domenica 12 settembre, nell’ambito della manifestazione Turin Coffee, in piazza San Carlo a Torino.

Il gruppo tandem con i nuovi mezzi donati da Caffè Costadoro

“Due mezzi in più sono particolarmente preziosi in questo momento, vista la grande vitalità del gruppo tandem – sottolinea il presidente della nostra polisportiva, Ivano Zardi – Di recente, infatti, siamo stati contattati da diverse persone non vedenti (tra cui alcuni anziani), che ci hanno chiesto di poter provare l’attività. Ringraziamo quindi Costadoro per il graditissimo dono”.  “La consegna per noi ha anche un valore simbolico, visto che si inserisce in un più ampio progetto legato all’accessibilità – osserva Giulio Trombetta, amministratore delegato di Costadoro – Stiamo infatti lavorando per sensibilizzare i nostri clienti, che sono in gran parte gestori di bar ed esercizi pubblici, sulle esigenze delle persone con diverse disabilità. La sperimentazione è già iniziata nei Costadoro Social Coffee, dove adottiamo vari accorgimenti, dai menù in braille alla comunicazione aumentativa”. E proprio di questi temi si è parlato in una tavola rotonda, intitolata “Il caffè per tutti”, sempre nell’ambito del Turin Coffee. Il nostro presidente Zardi, insieme con altri ospiti, ha dialogato con Giulio Trombetta, raccontando attività, aneddoti e possibilità inclusive legate allo sport.

tavola rotonda "Il caffè per tutti". Tra i partecipanti, Ivano Zardi e Giulio Trombetta

Alla consegna dei nuovi mezzi ha partecipato una nutrita delegazione del gruppo tandem. Ricordiamo, a questo proposito, che pedalare in due è un potentissimo modo per creare amicizia: nella posizione anteriore si siede la guida (vedente), mentre il sellino posteriore è occupato dal pedalatore (disabile visivo). Il ruolo delle guide è fondamentale: se d’ora in poi qualche nuovo amico, con la passione per le due ruote e per lo stare insieme, vorrà unirsi a noi e vivere questa esperienza, ci sarà di grande aiuto!

 

 

Dopo gli ottimi risultati della scorsa stagione, la squadra di torball riparte alla grande. Sabato 11 settembre gli atleti della nostra Polisportiva, sotto la guida dell’allenatore Dario Vernassa, si sono classificati secondi al Torneo Internazionale Valcalepio di Bergamo, competizione di livello europeo dedicata al pallone sonoro, giunta alla 29esima edizione.

Dieci erano le squadre in gara, compresa la Nazionale Italiana allenata da Antonino Di Giovine. Il primo posto è andato ai padroni di casa dell’Omero Bergamo A, già campioni d’Italia, dei veri “ossi duri”. Il meritatissimo secondo posto della nostra squadra conferma, da un lato, la qualità tecnica e lo spirito di squadra già dimostrati dai ragazzi, mentre, dall’altro, testimonia che ci sono ulteriori margini di crescita. Si annuncia quindi una stagione ricca di grandi emozioni. E noi continueremo a seguirla, tifando per i nostri atleti!

Il gruppo tandem della Polisportiva su una terrazza panoramica nelle Langhe

“Un viaggio lo vivi tre volte: quando lo sogni, quando lo vivi, quando lo ricordi”. E tanti sono i ricordi del tour delle Langhe in tandem che ci accompagneranno nel tempo, aiutandoci nei momenti duri e soprattutto consolidando ulteriormente la nostra amicizia. Per non lasciar scappare le emozioni più belle, c’è chi le ha raccolte e fissate su carta: grazie alla nostra Marisa Marchica, che ci ha regalato il diario di viaggio. Scorrendo le pagine che ripercorrono il tour, giorno per giorno, emergono momenti di sport e di amicizia, scherzi e risate, scorci di paesaggi incantevoli, tavole imbandite e molto altro. Buona lettura!

Leggi il diario di viaggio (con immagini) in formato PDF

Leggi il diario di viaggio (senza immagini) in formato Word

(Foto di copertina: Marcello Bertino)

Foto equipaggio tandem da vicino

Più di 260 chilometri tra Torino e le Langhe in un viaggio affascinante come l'inclusione. Ecco la nuova avventura che ha per protagonista il nostro gruppo tandem. Dopo un periodo così difficile, quest'esperienza, che si svolge dal 24 al 27 giugno, ha il sapore di un inno al coraggio e alla ripartenza.

Cinque sono i tandem che parteciperanno al tour, accompagnati da alcuni ciclisti vedenti e da un’auto di supporto Gli atleti inizieranno l’avventura da Torino, proprio nel giorno in cui la città celebra il patrono, San Giovanni Battista (24 giugno). La partenza è prevista intorno alle ore 9 dal Borgo Medievale del Valentino. Dopodiché gli equipaggi intraprenderanno un percorso di circa 70 km, fino a Vergne, frazione del comune di Barolo (Cuneo), dove il gruppo avrà la base logistica. I due giorni successivi saranno dedicati all’esplorazione del territorio circostante. Verranno toccati alcuni dei Comuni che fanno grande il vino piemontese nel mondo: Barolo, ovviamente, ma anche La Morra, Castiglione Falletto, Monforte d’Alba, Novello, Verduno, Dogliani e molti altri. Non a caso, durante il tragitto, è prevista una visita al WiMu – Museo del Vino di Barolo: in quell’occasione il gruppo sarà ricevuto dalla dirigenza del museo, dal presidente della locale proloco, Italo Cabutto, e dal Sindaco di Barolo, Renata Bianco. Inoltre, nel corso del tour, sono previsti, con moderazione, momenti di degustazione enogastronomica. Ma il viaggio è anche opportunità di scoperta naturalistica, comprese alcune curiosità, come il maestoso cedro del libano, che svetta nella frazione Annunziata del Comune di La Morra. Sono coinvolti nell’organizzazione del viaggio alcuni tour operator attivi sul territorio, tra i quali “Il gioco del mondo”.

Equipaggio tandem lungo una strada con campagna intorno

Chi ci conosce e ci segue lo sa bene: non è la prima volta che il gruppo tandem della Polisportiva UICI Torino si cimenta in esperienze del genere. Già negli anni ’90 erano stati organizzati tour in diverse parti d’Italia e viaggi all’estero (indimenticabile quello a Lourdes). Più di recente, nel settembre 2019, gli equipaggi si sono lanciati in un viaggio di 600 km da Torino a Venezia, lungo la “via del Po”: avventura straordinaria, rimasta nella memoria di tutti. Ora, con il tour delle Langhe, vogliamo aggiungere una nuova pagina da ricordare.

L'iniziativa ha il patrocinio della Città di Torino. Il viaggio è stato presentato allo stampa lunedì 21 giugno, alla presenza dell'assessore comunale allo Sport, Roberto Finardi.

Dopo le due ultime giornate del campionato di serie A Fispic, disputate a Bergamo il 29 e 30 maggio, la nostra squadra di torball, con un totale di 22 partite giocate, 76 goal fatti e 43 punti conquistati, si è piazzata al quarto posto. Una posizione di tutto rispetto, nella parte più alta della classifica. E’ il risultato di un impegno costante, dimostrato già dall’inizio della stagione e tanto più prezioso considerando che la squadra usciva da un anno di pausa forzata, durante il quale è stato sostanzialmente impossibile allenarsi.

Quindi, alla soddisfazione per il buon risultato ottenuto si aggiunge la consapevolezza di un potenziale che potrà ulteriormente crescere e svilupparsi. Complimenti a tutti gli atleti per la tenacia e l’impegno, all’infaticabile tecnico Dario Vernassa e a tutti coloro che hanno accompagnato e sostenuto la squadra.

La squadra di Torball durante luna partita in trasferta in provincia di Bergamo

Gruppo tandem esplora palazzina liberty nel centro di Torino

Sport, cultura, amicizia: ci sono tutti questi ingredienti nell’affascinante tour che domenica 30 maggio ha portato il nostro gruppo tandem a esplorare le testimonianze torinesi dello stile liberty, cioè di quella corrente architettonica, diffusa a cavallo tra fino ‘800 e inizio ‘900, caratterizzata da uno speciale gusto per il decoro e l’ornamentazione. Cinque equipaggi tandem, affiancati da tre guide turistiche e da altri accompagnatori, si sono dati appuntamento in piazza D’Armi, per poi intraprendere un percorso in 14 tappe, che ha toccato diversi quartieri della città.

Gruppo tandem davanti a palazzina liberty Torino

Punto di forza della proposta è stata la capacità di combinare diversi stimoli e approcci percettivi. Tra una pedalata e l’altra, infatti, i partecipanti hanno avuto modo di ascoltare storie e aneddoti cittadini (spesso poco noti), ma, grazie all’esplorazione tattile, hanno potuto anche toccare con mano alcuni elementi caratteristici del liberty e non solo. Già, non solo, perché in realtà il percorso ha incluso testimonianze di arte contemporanea (come l’Igloo di Mario Merz o l’albero orizzontale di Giuseppe Penone), senza trascurare la modernissima stazione di Porta Susa e le locomotive custodite presso le Ogr in corso Castelfidardo. Quanto al liberty, il percorso si è snodato dapprima nel quartiere Crocetta, per poi spostarsi in zona San Donato Campidoglio, con le sue celebri e sontuose dimore, tra cui la palazzina Fenoglio “La fleur” e il villino Raby, su corso Francia. Infine il gruppo ha puntato verso il centro, per scoprire altri prestigiosi edifici, da palazzo Lascaris (oggi sede del Consiglio Regionale) allo splendido portone del melograno su via Argentero.

A fine mattinata c’era grande soddisfazione, da parte di tutti, per un’esperienza unica, capace di cementare ulteriormente l’affiatamento e l’amicizia che caratterizzano il nostro gruppo tandem. Grazie alle splendide guide a tutti coloro che hanno reso possibile il tour.

Gruppo tandem nella stazione di Porta Susa

Il gruppo tandem della polisportiva UICI Torino aspetta il passaggio del Giro d'Italia 2021

Anche quest’anno, abbiamo realizzato un piccolo sogno. Quando abbiamo saputo che il Giro d’Italia sarebbe partito da Torino e che le prime tappe si sarebbero svolte in terra piemontese, abbiamo sentito il desiderio di andare a salutare la Corsa Rosa, un appuntamento capace di regalare sempre grandi emozioni. Sì, perché la gioia di essere a bordo strada e sentir passare la “carovana”, con il suo corredo di incitamenti, adrenalina, passione e sportività, è una di quelle esperienze che si possono vivere solo “in presenza”: nessun collegamento tv e nessuna diretta social potranno mai sostituirle, nemmeno lontanamente. Ecco perché, già dal 2019, abbiamo inaugurato la tradizione del “saluto al Giro”.

E così, anche nel 2021, abbiamo tenuto fede all’impegno. Il 9 maggio, di buon mattino, siamo partiti con tre dei nostri tandem, per andare nei pressi di Villastellone. Sapevamo infatti che da lì sarebbe passata la seconda tappa del Giro (Stupinigi – Novara: 179 km). Ci siamo sistemati a bordo strada e abbiamo atteso. Anche quest’anno la nostra tenacia è stata ampiamente ripagata. Che gioia sentir arrivare i primi tre corridori e poi, a distanza di circa 5 minuti, il resto del gruppo.

Guarda il passaggio dei primi corridori:

 

Tra i protagonisti del Giro c’è anche un nostro caro amico: è Giovanni Ellena, direttore sportivo del team Androni Giocattoli Sidermec, che, quando può, viene a pedalare con noi, facendo la guida di tandem. Il passaggio della Corsa Rosa è anche un’occasione per salutarlo e fargli sentire il nostro affetto. Nell’edizione 2020, era perfino riuscito a fermare per un istante l’ammiraglia su cui viaggiava per farci un saluto. Quest’anno non è stato possibile, perché, proprio nel punto in ci eravamo sistemati, un corridore della Androni Giocattoli ha avuto bisogno di assistenza e ovviamente Giovanni è dovuto intervenire. Però, da amico speciale qual è, ha trovato comunque il modo di farci percepire la sua vicinanza, parlando di noi in questo articolo. Dunque, anche quest'anno abbiamo vissuto una bellissima esperienza che speriamo di poter ripetere in futuro.

Guarda il video del viaggio verso Villastellone, girato dalla nostra guida Andrea Rastello:

Martedì 13 aprile 2021, il Consiglio Direttivo della Polisportiva (appena riconfermato dai soci, durante le elezioni dello scorso 10 aprile) si è riunito per assegnare, come di prassi, le varie cariche. Ecco i ruoli:

- Ivano Zardi: Presidente.
- Giuseppe Valentini: Vicepresidente.
- Angelo Panzarea: Direttore tecnico sportivo.
- Elena Bussino: Segretaria.
- Ester Piattica: Contabile.
Ora ci aspetta un nuovo quadriennio denso di lavoro. E servirà il contributo di tutti

 

Sabato 10 aprile, nel corso dell’assemblea dei soci, si sono svolte le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo della nostra Polisportiva e di altre importanti cariche, cioè i sindaci revisori, i delegati Fisip (Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici) e Fispic (Federazione Italiana Sport Paralimpici per Ipovedenti e Ciechi). Le consultazioni, molto partecipate, si sono tenute con duplice modalità: in presenza (i seggi sono stati allestiti presso i locali UICI di via Nizza 151) e a distanza, grazie a un’apposita piattaforma per il voto digitale (una soluzione, quest’ultima, preferita dalla stragrande maggioranza dei votanti).

Dalle urne è emersa la riconferma del Direttivo che ha guidato la Polisportiva negli ultimi quattro anni: un segno di continuità, che testimonia il gradimento e l’apprezzamento dei soci per un’attività svolta sempre con impegno, passione e competenza, anche in quest’ultimo difficile anno di pandemia.

Fin da subito, il Consiglio ha sottolineato il desiderio di coinvolgere e includere tutti coloro che vorranno dare il proprio contributo (a cominciare da chi non è stato eletto, ma ha scelto di mettersi in gioco e certamente potrà portare nuove energie e nuove idee all’associazione).

Di seguito l’elenco degli eletti (in ordine di preferenze) per le varie cariche:

Consiglio direttivo:

  • Ivano Zardi (72)
  • Ester Piattica (52)
  • Angelo Panzarea (51)
  • Elena Bussino (48
  • Giuseppe Valentini (44)

Sindaci revisori:

  • Roberto Avataneo (65)
  • Licia Bettello (60)
  • Antonio Ramasotto (48)

Rappresentanti atleti Fisip:

  • Michele Rosso (73)

Rappresentanti tecnici Fisip:

  • Giuseppe Calluso (74)

Rappresentante atleti Fispic:

  • Giuseppe Noviello (43)

Rappresentanti tecnici Fispic:

  • Diego Morales (41)